dottor Ioannidis ARISTOTELIS MILANO MEDICO AYURVEDICO TRIBULUS FITOBEN

Dottor Ioannidis Aristotelis
Medico chirurgo specializzato in medicina ayurvedica e analisi bioenergetica
Milano – Tel. studio: 02 29534747

TRIBULUS E AUMENTO DEL TESTOSTERONE

Tribulus, pianta dalle virtù curative utilizzata da secoli dalla medicina ayurvedica e dagli antichi greci. Studi farmacologici ce ne hanno confermato le proprietà medicinali che risiedono principalmente nei frutti. Conosciamolo insieme al Dottor Ioannidis Aristotelis.

  • Tribulus, che cos’è?

Il Tribulus terrestris, “gokshura” in sanscrito, è una pianta medicinale della famiglia delle Zygophyllaceae di origine indiana che cresce sia al sud che al nord del paese, dà frutti di forma pentagonale ed è usato in medicina ayurvedica da più di due millenni.

  • Come viene utilizzato nell’Ayurveda e per quali problematiche?

Secondo il razionale della medicina ayurvedica agisce su tutti i tre dosha (bioenergie o biotipi presenti nell’apparato psico-somatico di ogni persona) Vata, Pitta e Kapha ma è stato usato per lo più per pacificare Vata, quindi nei casi di debilitazione del sistema nervoso centrale e dell’apparato digerente, nei casi di calo dell’appetito, nei disturbi cardiocircolatori (è un cardiotonico e antinfiammatorio), nei casi di asma e tosse. La sua applicazione prevalente però è sul sistema riproduttivo, è un afrodisiaco e facilita il concepimento. Combatte l’impotenza, aumenta la spermiogenesi.

  • Qual è l’effetto benefico di Tribulus?

I principi attivi contenuti in Tribulus sono le sostanze vegetali dette saponine, racchiuse nel frutto. La principale sostanza attiva è la protodioscina, una saponina steroidea.
Induce, attraverso la stimolazione dell’ipofisi, la secrezione dell’ormone luteinizzante LH, che a sua volta mette in moto la produzione di testosterone. Quindi si ha di conseguenza un innalzamento del livello di testosterone nell’uomo e del progesterone nella donna.

Negli ultimi 30 anni sono stati condotti svariati esperimenti su uomini e animali mediante i quali è stato possibile dimostrare che il Tribulus aumenta fino al 72% la secrezione di LH (ormone luteinizzante), il quale a sua volta segnala al corpo di immettere una maggiore quantità di testosterone nel circolo sanguigno, fino al 42%.

  • Come agisce Tribulus sul testosterone e qual è la differenza con gli anabolizzanti?

La modalità di azione del Tribulus è estremamente importante perché, a differenza degli steroidi anabolizzanti, non sopprime la produzione endogena di testosterone ma al contrario la incrementa. Gli steroidi invece inibiscono la produzione di LH (ormone luteinizzante).

  • È vero che Tribulus agisce anche sullo stress e che conseguenze ha sul testosterone?

Sì, ci sono evidenze del fatto che Tribulus terrestris abbassi i livelli di cortisolo, l’ormone dello stress e sappiamo che nel mondo occidentale è lo stress cronico a produrre elevate quantità di cortisolo che a sua volta abbatte i livelli di testosterone.


Dott. Ioannidis Aristotelis
Medico chirurgo laureato all’Università degli studi di Milano
Specializzato in medicina del lavoro, psicoterapia,
medicina ayurvedica e analisi bioenergetica

Dove?
Studio: Via B. Eustachi 49 – 20129 Milano
Tel: 02 29534747 – Sito web: http://www.ayurveda-dr-ioannidis.it/

Cerchi un prodotto con Tribulus terrestris?
Clicca qui-> TRIBULUS integratore di pianta singola dall’azione tonica e rinvigorente

Clicca qui-> MENOMIN integratore composto da più piante tra cui Tribulus, per il riequilibrio ormonale nella donna in premenopausa e menopausa

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post Navigation