Grassi localizzati e forma fisica

Primavera, tempo di cambiamenti climatici ma anche di fare il punto della situazione sulla nostra forma fisica in vista dell’estate. Una delle problematiche più frequenti è quella dei grassi localizzati che colpisce la donna principalmente nella zona glutei e cosce e l’uomo sull’addome.

Oltre alla differenza di conformazioni tra i sessi, che ci porta ad accumulare in parti differenti del corpo, ci sono anche altri fattori come per esempio la differenza biochimica di ogni individuo. Infatti ognuno di noi ha dei propri livelli di ormoni, delle caratteristiche anatomiche e fisiologiche personali dettate dal DNA, dal periodo della vita in cui ci si trova (adolescenza, menopausa, andropausa) e dallo stile di vita.
Un esempio eclatante è la situazione della donna in menopausa che con una situazione ormonale di squilibrio sommata all’età e magari alla predisposizione genetica, può accumulare grasso anche a livello dell’addome (zona invece più tipicamente maschile).

Sulla genetica poco si può fare ma questo non vuol dire gettare la spugna. Con il nostro comportamento è possibile aiutare il corpo a gestire meglio la forma fisica.
Il tessuto adiposo va convertito in massa magra. La massa magra rappresenta tutto ciò che c’è nell’organismo a parte il grasso e quindi: muscoli, pelle e anche ossa. Si contrappone alla massa grassa o adiposa.

Ricordiamo che ai grassi localizzati spesso sono associati anche valori più alti di colesterolo, trigliceridi, pressione arteriosa e glicemia. È bene quindi tenere monitorati anche questi valori.

Una dieta equilibrata, attività fisica mirata e un aiuto dalla natura con integratori specifici potrebbero essere una soluzione vincente.
Conosciamone alcuni:

Fosfatidilcolina: è un componente essenziale delle membrane cellulari, indispensabile per la loro integrità. Migliora la loro funzionalità e facilita il movimento dei grassi attraverso queste. Favorisce il corretto metabolismo lipidico e del colesterolo, facilitando l’incorporazione nelle HDL del colesterolo presente in eccesso nei tessuti periferici ed il suo smaltimento. E’ una naturale fonte di colina, migliora la funzionalità epatica ed il rendimento fisico ed intellettuale.
Viene ricavata dalla lecitina di soia (Fitoben utilizza soia NO OGM).

 

Acido linoleico coniugato o CLA: è un acido grasso polinsaturo appartenente alla famiglia degli omega 6, ricavato da semi di cartamo. Facilita la riduzione dei depositi adiposi, grazie all’aumento della termogenesi e una riduzione dell’accumulo di trigliceridi. Aiuta a sviluppare la massa magra dell’organismo e a ridurre i lipidi corporei.
Acido alfa lipoico: è un coenzima presente naturalmente nel nostro organismo che interviene in numerose reazioni del metabolismo energetico, favorendole. È un potente antiossidante che potenzia e preserva l’attività di altri agenti antiossidanti, quali la vitamina C e la E. Interviene inoltre nella sintesi del glutatione, favorendo i processi di detossificazione e la neutralizzazione degli agenti inquinanti.

Scopri il nostro integratore per la diminuzione dei grassi localizzati e il mantenimento della massa magra. Agisce anche favorevolmente sul corretto metabolismo del colesterolo. Clicca qui –>  CLAFOS
Consigliamo 3 capsule al giorno prima dei 3 pasti principali.

Guarda anche IDROBEN per associare al trattamento dei graasi localizzati anche un rimedio depurativo e drenante.
Clicca qui –> IDROBEN

Se il tuo problema è la GLICEMIA ALTA guarda qui –>  METAGLUCID

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post Navigation