dolcificanti artificiali e glicemia

Da uno studio del Weizmann Institute of Science di Israele è risultato che, i dolcificanti artificiali in pillola o contenuti nelle bevande sugar free (senza zucchero), con il tempo modificano la flora batterica intestinale, predisponendo l’organismo a un’alterata tolleranza al glucosio.

Infatti, l’uso regolare di dolcificanti aumenterebbe i livelli di glucosio nel sangue e porterebbe ad un maggiore rischio di diabete e obesità.
Questa reazione invece non è stata osservata per il consumo di acqua e zucchero naturale.

Inoltre i dolcificanti artificiali possiedono un potere dolcificante elevato tanto che ne sono sufficienti piccole quantità per rendere dolce un alimento o una bevanda.  Per questo motivo vengono messi in discussione anche come potenzialmente diseducativi, abituando il palato a preferire quantità zuccherine più elevate.
Abituandosi al dolce è poi più facile consumare cibi calorici derivandone un effetto ingrassante.

Ricordiamo che la dicitura “senza zucchero” non significa che il prodotto non ha calorie e non fa ingrassare, non deve quindi indurre nella tentazione di consumarne quantità eccessive solo perché fa sentire la coscienza a posto.

E’ necessario fare studi più approfonditi ma per il momento il nostro consiglio è quello di utilizzare zuccheri naturali e poco raffinati in quantità moderate invece dei dolcificanti artificiali.

Consulta i rimedi naturali per regolare la glicemia cliccando qui

– Dolcificanti artificiali:  non si trovano in natura ma vengono sintetizzati in laboratorio, detti anche  edulcoranti artificiali tra cui l’aspartame, la saccarina, il ciclammato e l’acelsulfame K.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post Navigation